Riso Acquerello, polpa di zucca violina e caprino fresco

DifficoltaDifficoltà:
facile
PreparazionePreparazione:
40′
CotturaCottura:
20′
Dosi perDosi per:
4 persone
CostoCosto:
basso

Difficolta

Difficoltà:
media

Preparazione

Preparazione:
40′

Cottura

Cottura:
20′

Dosi per

Dosi per:
4 persone

Costo

Costo:
basso

Ingredienti

  • 320gr di Riso Acquerello
  • 400gr di polpa di zucca violina o butternut
  • 1 Litro di brodo vegetale
  • 200gr di caprino fresco
  • 20gr di porro
  • 50gr di burro
  • 50gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 7 amaretti secchi (sbriciolati)
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • q.b. olio Evo
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento

1. Pulire la zucca e tagliarla a piccoli cubi, condire con un filo d’olio ed i rametti di rosmarino ed informare a 180°C per 40 minuti circa.

2. Intanto tritate il porro e tenetelo da parte.

3. Sbriciolate gli amaretti e tenetili da parte

4. Prendete il caprino, conditelo con un filo d’olio, un pizzico di sale e pepe e mescolate. Fate 4 quenelle aiutandovi con due cucchiai e tenetele da parte.

5. Non appena la zucca sarà pronta, toglierla dal forno e posizionarla in una boule.

6. Portate a bollore il brodo.

7. In una casseruola soffriggete con un poco di burro ed un poco di olio il porro.

Per evitare di bruciare il porro, io lo tolgo dalla casseruola ed inserisco il riso per la tostatura.

8. Aggiungere il vino bianco ed il porro e lasciare evaporare il vino, poi iniziate ad aggiungere il brodo.

9. Prendete un mestolo di brodo bollente ed aggiungetelo alla zucca, frullate il tutto.

10. A metà cottura aggiungete il composto ottenuto da brodo e zucca.

11. Aggiungete, se necessario, il brodo fino a portare il risotto a cottura.

12. Regolate di sale.Aggiungete il burro freddo per la mantecatura e successivamente il parmigiano.

13. Impiattate il riso steso nel piatto. Al centro ponete la quenelle di caprino e a lato tracciate una linea con gli amaretti sbriciolati.

14. A piacere potete aggiungere una spolverata di pepe.

Lasciaci un commento
scrivi la tua ricetta
Iscriviti alla Newsletter
2018-01-26T17:10:52+00:00 21 dicembre, 2017|Primi|0 Commenti

Scrivici un commento